Video che smontano le bufale complottistiche sull'11 settembre

 

Pentagono: le dimensioni del foro. Il foro d'impatto sulla facciata è davvero troppo piccolo per un aereo di linea, e misura davvero "cinque metri, cinque metri e mezzo", come dicono i cospirazionisti di Loose Change, Inganno Globale e In Plane Site? O qualcuno sta nascondendo le immagini che mostrano le vere dimensioni del foro? Una ricostruzione digitale in scala rivela alcuni fatti che i cospirazionisti nascondono, probabilmente per non disturbare il loro commercio di gadget e paccottiglia dedicata alla "verità" sull'11/9.

 


Pentagono: testimonianze manipolate dai complottisti. Come le dichiarazioni dei testimoni vengono tagliate ad arte nei film cospirazionisti: i giornalisti Mike Walter e Jamie McIntyre hanno visto l'impatto dell'aereo, eppure le loro dichiarazioni vengono tagliate e rimontate, nei video cospirazionisti, per far dire al primo che ha visto un missile Cruise e al secondo che non ci sono tracce d'aereo al Pentagono. Nei film "alternativi" mancano completamente i testimoni che confermano l'impatto, come quelli mostrati in questo brano.

 

 

WTC: l'inizio del crollo. Le differenze fra il crollo delle Torri Gemelle e una demolizione controllata: le colonne della facciata si sono piegate poco prima del crollo; il crollo inizia esattamente ai piani colpiti; il crollo inizia dall'alto, ma nelle demolizioni inizia dal basso. Un esperto di demolizioni, Danny Jowenko, spiega perché non è possibile demolire edifici come le Torri Gemelle usando esplosivi, facendolo non solo di nascosto, ma oltretutto in mezzo a un incendio.

 

 

WTC: manca il rumore della demolizione. Il confronto fra le demolizioni controllate autentiche e il crollo delle Torri Gemelle rivela una differenza fondamentale, sulla quale i film complottisti glissano con disinvoltura: il rumore delle detonazioni dell'esplosivo. Questo spezzone mostra (con il fragoroso audio) la demolizione del più alto edificio mai abbattuto con esplosivi: la Landmark Tower. Poi lo confronta con il crollo della Torre Sud, ripreso (con audio) dall'interno della Torre Nord.

 


WTC: il professor Jones e le prove inventate. Uno dei guru del cospirazionismo colto non una, ma due volte, a presentare foto false come prova delle sue teorie: dice di mostrare un blocco di metallo fuso proveniente dalle Torri Gemelle, ma il blocco è in realtà cemento pressato dal crollo (tanto che contiene pezzetti di carta); dice di mostrare i pompieri che si affacciano su pozze di metallo fuso, ma il bagliore delle "pozze" è in realtà quello delle lampade dei soccorritori.

 


WTC7: i "misteri" della terza torre (prima parte). I complottisti di Zero e Report/Confronting the Evidence dicono che l'Edificio 7 fu demolito in segreto. Dicono che non aveva subito danni. Ma in questo brano ci sono le immagini delle gravissime lesioni prodotte dal crollo della torre adiacente, che danneggiato anche altri grattacieli adiacenti. La struttura atipica del WTC7, costruito a cavallo di una centrale elettrica, lo ha reso più vulnerabile a un evento straordinario come gli attentati dell'11/9. Nel video ci sono anche le testimonianze dei pompieri. I complottisti affermano che gli incendi del WTC7 erano piccoli: ma non mostrano l'inferno che c'era sul lato rivolto verso le torri crollate. Questo video, invece, lo mostra.

 

 

WTC7: i "misteri" della terza torre (seconda parte). Secondo i complottisti, il crollo del WTC7 fu improvviso e inatteso. Ma questo video rivela che nessuno è morto sotto il WTC7 perché i pompieri avevano evacuato la zona in quanto temevano il crollo (lo dicono nel video), tanto che fu preannunciato anche in TV.
Il crollo del WTC7 è ritenuto troppo veloce e regolare, ma la sequenza completa del crollo mostra che la versione complottista è tagliata e non mostra tutto il crollo e la sua irregolarità. Anzi, il crollo è stato tanto irregolare da danneggiare irreparabilmente un edificio adiacente (la Fiterman Hall).

Giulietto Chiesa sostiene che Larry Silverstein, locatario del WTC, ammise in TV di aver fatto "tirare giù" il WTC7: il termine "pull", dicono i complottisti, significa "demolire con esplosivi". Ma perché mai Silverstein avrebbe fatto una confessione del genere? Infatti non disse quello che gli attribuiscono i complottisti: disse che era opportuno ritirarsi dal WTC7 pericolante. E gli esperti di demolizioni, come Brent Blanchard, confermano che "pull" in gergo non significa "demolire con esplosivi". L'intera faccenda del "pull" si rivela essere una bufala inventata dai cospirazionisti.
 

 

Come i complottisti truccano i propri filmati per creare impressioni errate a sostegno delle proprie teorie.

 

 

Il video "Zero" di Giulietto Chiesa e Franco Fracassi fa dire a Dario Fo che il foro nel Pentagono è largo "cinque metri". Le foto dimostrano ben altro. Come mai "Zero" contiene errori così grossolani e facilmente evitabili?

 

 

Uno spezzone tratto dal DVD "Zero" rivela che dopo il crollo della seconda torre del World Trade Center, ce n'era ancora una in piedi...

 

 

 

L'esperto di esplosivi e demolizioni Danilo Coppe (Istituto Ricerche Esplosivistiche) spiega le ragioni fisiche del crollo delle Torri Gemelle, rendendo futili le tesi alternative.

 

 

 

Due brani sottitolati tratti da "The Conspiracy Files - The Third Tower" della BBC. Il tenente dell'FDNY Frank Papalia racconta come ha vissuto il WTC7 e dice cosa ne pensa di complottisti.

 

 

Il direttore di Altreconomia spiega come Giulietto Chiesa ha risposto all'invito di dibattito con Paolo Attivissimo.

 


 

Per chi afferma che non c'erano rottami del Volo 93 caduto in Pennsylvania l'11 settembre 2001, ecco alcune fotografie dei rottami. Il 95% dell'aereo fu recuperato.

 

 

 

 

Torna alla galleria video principale

 

 

CEIFAN
Centro di Indagine sui Fenomeni Anomali
diretto dal
Servizio Antibufala

http://ceifan.org