L'estrema contraddizione delle storie inventate

 

Solitamente ci si aspetterebbe che chi inventa una storia sugli alieni a abbia almeno la compiacenza di inquadrarla in un contesto ufologico minimamente plausibile, al fine di creare una bugia decente, ma spesso non è così. Si registrano infatti tre situazioni comiche.

 

La prima si ha quando si inventano storie sugli alieni, rivelazioni o contattismo, che si basano su elementi mitologici dell'ufologia la cui falsità è stata in realtà accertata: ci si inventa delle bugie basate su altre bugie.

 

La seconda situazione comica si ha quando ci si inventa qualcosa di completamente slegato al panorama ufologico, e come effetto si produce la situazione in cui sembra che ognuno parli di un tipo differente di alieno, e tutti questi tipi differenti tra di loro si ignorano a vicenda. Questa cosa è in realtà più diffusa di quanto si pensi tra le invenzioni dei rivelazionisti e dei contattisti.

Ogni terrestre rivelazionista/contattista sembra essere stato visitato da un tipo diverso di alieno proveniente da pianeti differenti. Se accettiamo questi resoconti, l'universo è pieno di civiltà che visitano la Terra, come tante api attorno ad un alveare, ma che tuttavia si ignorano tra di loro.

 

La terza situazione comica si ha quando si inventano le storie sugli alieni, che praticamente differiscono da rivelatore a rivelatore e da contattista a contattista, creando così una infinità di scenari diversi incompatibili tra loro.

Non solo, anche i messaggi degli alieni sono cose ridicole. Gli alieni imparerebbero a perfezione la nostra lingua, entrerebbero in contatto diretto con molte persone, senza mai farsi fotografare o riprendere, addirittura porterebbero i terrestri a fare giri sulle loro astronavi, li indicherebbero come messia e loro ambasciatori, ecc.....ma finora nessun essere umano è stato mai messo a conoscenza delle loro conoscenze tecniche scientifiche, nulla è trapelato, se non pettegolezzi e banalità. E ovviamente sono persino trapelate notizie contrastanti tra i diversi rivelazionisti/contattisti, o addirittura in contrasto con le successive scoperte scientifiche.

 

In effetti, due sono le prove che chi entra in contatto con gli alieni o con i loro segreti dovrebbe portare, se la loro storia fosse vera: fotografie o filmati degli alieni e dei loro velivoli in alta qualità, conoscenze scientifiche e tecniche di questi alieni che sarebbero facilmente verificabili. Ciò potrebbe essere ottenuto molto ma molto facilmente e costituirebbe un prova inoppugnabile, tanto più che sarebbe facile verificare l'autenticità di questo materiale al fine di farlo diventare una prova credibile.

Finora ci sono stati oltre 200 rivelazionisti e 100 contattisti, che hanno affermato di essere entrato ripetutamente in contatto con alieni o di aver avuto accesso a segreti su di loro, ma nessuno di questi ha portato qualsiasi prova credibile a supporto delle loro storie strampalate. In compenso hanno portato innumerevoli storie di fantascienza di serie B, e tanta popolarità e soldi a chi si è inventato queste storie.

Tuttavia, a volte i contattisti fabbricano prove che hanno un certo fascino per i creduloni, spesso non limitandosi alle classiche foto false di UFO e alieni. Noto è il caso del contattista Eugenio Siragusa e dei suoi fantasiosi contatti con esseri di luce di altre costellazioni, che divulgava foto scattate dai suoi amici extraterrestri quando facevano viaggi nel tempo....

Una delle foto più famose e pubblicizzate era "Gli apostoli Giovanni e Pietro sulla strada per il sepolcro. Foto trasmessa dal viaggiatore spaziale Absu Ysmaily Swandy al Messaggero degli Extraterrestri Eugenio Siragusa":

Quella che veniva spacciata come una foto extraterrestre degli apostoli altro non era che la foto di un dipinto a olio realizzato nel 1898 dall'artista elvetico Eugène Burnand (1850-1921) e intitolato guarda caso: "I discepoli Pietro e Giovanni corrono al Sepolcro la mattina della resurrezione".

La cui versione a colori è possibile ammirarla in questa foto fatta al museo che la espone: http://photo.hillfamily.net/musees/orsay_g

 

 

 

I Contattisti e l'ufologia New Age

 

Adamski fu l'inventore dei fratelli cosmici di razza ariana che venivano a redimere l'umanità ed a portare tanta spiritualità New Age,  che ancora oggi dominano nell'ufologia spazzatura. Già negli anni'50 sorsero come funghi tanti contattisti cloni di Adamski, e molti di loro lo appoggiarono apertamente, in modo da ricevere maggiore pubblicità e consenso. Non bisogna sottovalutare questi cloni, perché aggiunsero cose importanti al tipo di storia alla Adamski, che ancora oggi vengono riprese dalle attuali generazioni di contattisti, come le deliranti bufale su Ashtar Sheran e la flotta intergalattica.

In particolare, merita di essere citata la persona che prese al balzò il successo delle bufale di Adamski, cioè George Van Tassel, un grande amante del paranormale che disse di essere vitato dai fratelli cosmici di razza ariana provenienti da Venere, cioè praticamente gli stessi di Adamski, e questa fu la genialata. Infatti partendo da questo, Van Tassel inventò anche la figura di Ashtar Sheran, figura aliena mistica comandante della flotta intergalattica (di bufale), una cosa che ebbe moltissimo successo anche grazie alla pubblicità che gli fece in celebri convegni dove comparivano tutti i contattisti dell'epoca.

I messaggi da questo tizio inizialmente erano ricevuti tramite dei medium/sensitivi assistiti dai contattisti, poi dai contattisti stessi. In Europa fu il medium/contattista Sheran Herbert Victor Speer a diffondere quasi contemporaneamente la saga di Ashtar (ricevuta da questi tramite "scrittura telepatica").

 

Tale Ashtar Sheran diventò ben presto la gallina d'oro per tutti i medium ed i contattisti che volevano acquisire notorietà, guadagni e seguaci dal vasto pubblico dei creduloni. Sono state create, ed esistono tuttora, varie religioni basate su Ashtar Sheran ed i suoi messaggi, anche se dovrebbero più propriamente essere chiamate "sette".

Tutto sin dall'inizio si è basato sul creare una formula attraente per i creduloni, cioè si è voluto mischiare intenzionalmente l'ufologia con il cristianesimo e con il complottismo: si prendono tre piccioni con una fava, tre mercati di creduloni con una sola bufala.

Ecco come, fin dall'inizio, è stata organizzata l'assurda bufala: Ashtar Sheran è il comandante in capo dell’intera Flotta Intergalattica della Federazione di Luce. Egli è la manifestazione fisica dell’Arcangelo Michael, il guerriero per eccellenza delle Milizie Celesti. Non a caso il comando Ashtar è sotto la direzione del principe Sananda, cioè Gesù Cristo. Ashtar Sheran quando assume sembianze fisiche appare come un uomo alto poco più di 2 metri con lunghi capelli biondi e occhi blu.

Egli è comandante di una enorme flotta spaziale intergalattica (di bufale) che orbita attorno alla Terra e si occupa di vigilare sui terrestri, aiutando le persone buone. I messaggi sono sempre volti a mettere in guardia gli esseri umani da pericoli e complotti (come quelli del governo occulto), e contengono tantissima spiritualità New Age condita con elementi presi dalla dottrina cristiana.

Inoltre, Ashtar Sheran afferma che la Flotta intergalattica (di bufale) “Arriverà come amica e che ci appoggerà con consigli ed azioni nella creazione del nostro nuovo mondo”, e dice che il pensiero è in grado di fare ogni cosa, e che la guarigione altro non è che un cambiamento dello stato vibrazionale del pensiero. Ed ovviamente si dice che il Dio, gli angeli e le divinità della bibbia altro non sono che questi alieni.

 

Siamo in presenza di una vero e proprio tentativo di creare una religione New Age basata sugli alieni, che va avanti sin dai tempi di Adamski e dei suoi primi cloni.

La storia è stata praticamente simile sin dalla sua introduzione negli anni'50, sono cambiati solo dettagli perché inizialmente la bufala prevedeva che Ashtar Sheran e compagnia bella provenissero da Venere, poi si è dimostrato che Venere è inabitabile e così li si sono fatti provenire dal sistema stellare delle Pleiadi, poi si è scoperto che le Pleiadi sono un sistema troppo giovane per ospitare la vita o pianeti e così li si sono fatti provenire dalle Pleiadi di un'altra dimensione o da Alfa Centauri, tanto per accorciare la distanza con la Terra e citare qualcosa molto noto nell'ambito della fantascienza.

Tutto ciò è denominato come "culto dei dischi volanti", e per la religione è qualcosa di eretico che è legato allo spiritismo, magia, esoterismo, occultismo e satanismo, o vi fa parte. Pertanto è bene che i credenti sappiano che i culti dei dischi volanti sono totalmente incompatibili con le religioni come il cristianesimo, le quali combattono apertamente questi culti.
Con questa espressione "culti dei dischi colanti" si intende, tra le altre cose, un ambiente nel quale elementi culturalmente all'ordine del giorno ma di per sé non religiosi (extraterrestri, cospirazioni, ecologia, pacifismo, paranormale, new age, ecc.) vengono inseriti in un contesto religioso finora dominante allo scopo di offrirne interpretazioni devianti o nuove.
Basta ricordare alcune caratteristiche generali dei culti dei dischi volanti elencati dallo specialista in materia Jean-Bruno Renard, sociologo dell'Università di Montpellier:


a) la trascendenza e la perfezione degli extraterrestri, esseri benevoli che vengono "dall'alto" e che sono infinitamente più perfetti degli uomini;


b) una "nuova rivelazione", trasmessa al fondatore che viene incaricato di diffonderla nel mondo, e che talora svela il "vero" significato delle antiche scritture religiose, in particolare della Bibbia;


c) un catastrofismo che annuncia avvenimenti apocalittici (spesso una guerra nucleare, o un disastro causato dall'inquinamento) da cui tutti - o almeno alcuni - saranno salvati solo grazie all'intervento dei "fratelli dello spazio";


d) un messianismo fondato sulla credenza nell'imminente manifestazione pubblica degli extraterrestri sul nostro pianeta, che deve essere preparata dall'opera di una minoranza illuminata;


e) un millenarismo, corollario del catastrofismo e del messianismo - secondo cui la venuta degli extraterrestri inaugurerà una nuova età dell'oro (l'Età dell'Acquario, il New Age...);


f) il fascino della tecnologia e della scienza, che porta i culti ufologici a definirsi raramente "chiese" e a presentare piuttosto le loro teorie in linguaggio "scientifico";


g) gli «antecedenti mistici» - come li chiama Renard - dei fondatori e di molti adepti dei culti dei dischi volanti».


Come minimo, l'innesto delle rivelazioni ufologiche dei contatisti/medium viene a modificare in modo rilevante l'assetto teologico e spirituale della fede cristiana. Lo confermano le loro derivazioni dall'esotero-occultismo e gli errori teologici.

L'appartenenza delle rivelazioni di alcune persone al culto dei dischi volanti viene ulteriormente attestata dal fatto che i personaggi Ashtar Sheran e sua moglie Kalna sono notoriamente legati all'ambito dell'esoterismo-occultismo e del New Age. Per constatarlo, basta citare il fatto che è dagli anni'50 che le loro storie passano da contattista a contattista, da medium a medium, con tutti i relativi particolari.
 

 

 

Segue pagina 3

 

 

CEIFAN
Centro di Indagine sui Fenomeni Anomali
diretto dal
Servizio Antibufala

http://ceifan.org