Una visione critica degli UFO e degli Alieni

Lo scopo di questo articolo sarà quello di fare un punto critico sugli UFO e sugli Alieni nel modo più riassuntivo possibile. Lo scopo di questo articolo non è screditare l'argomento UFO e Alieni: lo screditamento di questo argomento viene fatto da chi fa delle affermazioni senza portare prove. Il punto fondamentale è che l'argomento DEVE essere ridimensionato, per i motivi illustrati qui di seguito.

 

Il campo degli UFO e degli Alieni è pieno di bufale e di ciarlatani, al punto che l’ufologia viene considerata come fantascienza di serie B per creduloni.

Inoltre c'è da chiedersi perché velivoli extraterrestri non vengono avvistati e fotografati in dettaglio da decine di migliaia di astrofili ed astronomi che in tutto il mondo osservano il cielo in continuazione, nonché perché non vengono documentati in foto e filmati dettagliatissimi da parte della gente comune, visto che oggi praticamente tutti possiedono questa capacità. In un mondo di smartphone e fotocamere HD, nessuno è mai stato in grado di filmare o fotografare chiaramente uno di questi dischi volanti.

Dovremmo avere una grande quantità di foto e video dove si vedono ad esempio macchine straordinarie con finestrini, decorazioni ed elementi vari, e non quelle schifezze di macchie dove non si capisce nulla o quei falsi fatti dai contattisti.

 

Ma bastano semplici constatazione: gli alieni per giungere in continuazione sul nostro pianeta devono per forza viaggiare a bordo di enormi astronavi, per di più dall'aspetto luminoso, ma mai nessun osservatorio astronomico o astrofilo ha mai avvistato queste astronavi avvicinarsi o allontanarsi dalla Terra, mentre stando ai fatti ci dovrebbe essere un traffico intenso. Invece elementi quali la stazione spaziale internazionale vengono avvistati con facilità.

Considerato che se al nostro pianeta si avvicina (o peggio) entra nell'atmosfera qualcosa più grande di un motorino viene subito identificato da strumenti automatici e non (da addetti radar, astronomi, astrofili dilettanti e non), potrebbe un'astronave aliena (es .grandezza tipo Soyuz) avvicinarsi alla terra senza essere vista, entrare in atmosfera (senza essere intercettata) e saltar fuori, palesarsi solo a qualche centinaio di metri da terra come nella stragrande degli avvistamenti UFO? Bè, la cosa appare fortemente improbabile.

 

E poi come sia possibile che questi alieni vogliano passare inosservati, eppure poi lasciano le loro impronte nei campi di grano, oppure viaggino sopra le città alla stessa altezza degli aerei di linea (quando pure noi terrestri abbiamo i mezzi tecnici per osservare le persone a terra da altezze molto più grandi)? Che intelligenza superiore può avere un UFO che svolazza di nascosto nei cieli, ma con le luci accese? Che cosa ci possiamo aspettare da un UFO che al posto di sbarcare nel giardino della Casa Bianca, atterra in mezzo alle mucche di un anonimo contadino?

E da un UFO che sfreccia velocissimo nel cielo da solo, cambiando repentinamente direzione in modo inutile, prima a dx, poi a sx poi su e poi giù, come se fossero incapaci o ubriachi.

Nessun disco volante che atterra in uno stadio gremito davanti alle telecamere; nessun rapito da alieni che torna a casa con un po' di pelle di ET sotto le unghie; nessun manufatto manifestamente non terrestre e liberamente ispezionabile da esperti. Niente. Solo dicerie e immagini sgranate. E tante, tante, tante falsificazioni intenzionali.

Ma il discorso delle assurdità sugli UFO potrebbe proseguire all'infinito.

 

Inoltre, il campo degli UFO e degli alieni è soggetto ad una incredibile forma di suggestionabilità, paragonabile a quella della religione. Spesso la gente inizia a vedere UFO ed Alieni solo perché se ne inizia a parlare, ed addirittura nei racconti sono replicati esattamente i dettagli delle false credenze comuni che i media contribuiscono a diffondere.

 

Spesso è curioso come la visione della gente degli UFO e degli Alieni segue l'introduzione e la diffusione di credenze in campo ufologico, spesso totalmente prive di fondamento: come dire che basta far credere l'esistenza di una cosa specifica alla gente affinché molte persone dicano di averla vista nei dettagli.

Si tratta praticamente di una forma di allucinazione e di mitomania molto diffusa, tra l'altro riconducibile a forse assai simili ritrovabili in altri campi e studiate in campo sociologico.

Completa il quadro una informazione in materia davvero pessima, spesso i canali di informazione ufologica divulgano tranquillamente notizie false come se fossero vere, creando nella mente degli appassionati tutta una informazione distorta in materia che li porta molto distanti dalla realtà.

La conseguenza di ciò è anche il fatto che frequentemente si tenta di spiegare un evento ufologico o delle caratteristiche di UFO/alieni che non esistono, diffondendo così una lunga serie di teorie e spiegazioni totalmente inutili. Infatti, dovrebbe valere sempre la regola universale: prima di tentare di spiegare un mistero bisogna essere sicuri che questo mistero esista. In ufologia, come anche in altri campi del mistero, spesso la voglia di credere annebbia la ragione.

 

Infatti, come molti hanno detto, finora nessuno dei casi ufologici resi pubblici ha portato prove sufficientemente forti, oggettive ed esaminabili. E per una cosa straordinaria come la scoperta di visitatori extraterrestri che sono tra noi non bastano una testimonianza di un metronotte, una foto sbiadita o un filmato di un'autopsia aliena: servono prove con i controfiocchi. Anche perché in ufologia i ciarlatani, i profittatori, i mitomani ed i matti abbondano, e molte persone sono sorprendentemente ignoranti su cosa c'è in cielo e come funzionano le videocamere e le fotocamere e prendono facilmente abbagli e vedono quello che vogliono vedere invece di quello che c'è.

A chi invece dice che la quantità di segnalazioni e di avvistamenti è di per sé prova che qualcosa c'è, ricordo che alla stessa stregua la quantità di segnalazioni dovrebbe farci accettare come realtà le fatine, i demoni, i folletti, i fantasmi e il mostro di Loch Ness. Ma mille abbagli non fanno un fatto.

 

 

Gli UFO

 

 

Gli UFO sono oggetti volanti non identificati, cioè qualsiasi cosa che vola e che l’osservatore non riesce ad identificare, quindi uccelli, aerei, palloni, meteoriti, satelliti, ecc.

Nel 99% dei casi, gli avvistamenti UFO non riguardano velivoli extraterrestri, ma si tratta di scherzi o più semplicemente di gente che scambia cose banali per astronavi aliene: infatti, se si indaga si scopre facilmente che basta che sia luminoso e voli perché la gente lo etichetti come astronave aliena. Molta gente VUOLE vedere astronavi aliene in puntini.

L’1% dei casi è invece interessante perché proviene da fonti attendibili e parla di qualcosa non attribuibile a oggetti conosciuti, ma si sostanzia in pareri personali o giudizi dati per insufficienti informazioni a disposizione, infatti nessuno di questo casi ha mai fornita la prova di una visita aliena, ed anzi sembrano essere stati comunque criticati da varie parti se si legge il materiale disponibile in lingua straniera.

Puntini, macchie, ombre, linee, oggetti molto sfocati e simili non possono essere considerati MAI delle probabili astronavi aliene, contrariamente invece a quanto avviene.

 

Gli UFO, poiché sono velivoli non identificati, rappresentano un rischio per la sicurezza nazionale, pertanto sono generalmente coperti dal segreto militare. Tra i casi di cui si sono occupati i governi, c’è da tenere in considerazione che i governi archiviano anche tantissime testimonianze della gente comune, che come sappiamo sono attendibili solo in minima parte.

Ci sono testimonianze provenienti da fonti serie sebbene siano un numero estremamente ridotto sul totale, sempre tenendo conto del fatto che una testimonianza se non supportata da prove rimane pur sempre un mero racconto e non può essere usata come un dato di fatto o come dimostrazione definitiva di qualcosa. Infatti, l'esperienza ci insegna che esiste sempre e comunque la probabilità che una testimonianza sia inventata interamente o in parte, o che la persona creda di aver visto qualcosa che nella realtà era diversa. D'altronde, affermazioni eccezionali richiedono prove eccezionali, altrimenti si cade nell'ambito della fede che caratterizza le religioni.

 

Il dilemma principale dietro alla possibilità di visite extraterrestri, al di là della necessità di prove, è quello delle distanze insormontabili che dividono i possibili pianeti abitati nell'immensità del cosmo. Anche ipotizzando tecnologie fantascientifiche, è impossibile entrare in contatto con extraterrestri di altre galassie o della nostra stessa galassia ma presenti in zone troppo lontane come l'atra metà di essa.

Anzi, già distanze di 1000 anni luce appaiono eccezionalmente insormontabili perfino con tecnologie ipotetiche come i tunnel spaziali che modificano lo spazio accorciando le distanze i quali, a prescindere dalla tecnologia e per motivi legata alla fisica, richiederebbero una quantità di energia eccezionale per poter essere realizzati, e molto più realisticamente si può al limite ipotizzare che con eventuali sistemi di propulsione avanzatissimo si potrebbero raggiungere una velocità pari a due terzi quella della luce, e già così rischiamo di viaggiare troppo di fantasia (eh si, la realtà è meno fantascientifica di quanto si possa pensare).

Insomma, realisticamente, abbiamo la possibilità teorica di entrare in contatto solo con alieni non molto distanti da noi, sperando che, nell'immensità estrema del cosmo, ci siano civiltà aliene proprio entro una distanza che permetta davvero una cosa del genere, ma c'è da dire che la sfida appare incredibile anche per eventuali vicini, ad esempio a soli 20 anni luce dalla Terra.

Il problema delle distanze spaziali troppo elevate è in realtà  un problema che sembra insormontabile quando si parla di possibili visite aliene, poiché le distanze interstellari sono così grandi che anche utilizzando sistemi di propulsione avanzatissimi ci vorrebbero secoli per arrivare da un pianeta alieno alla Terra e viceversa, senza contare che ci vorrebbero milioni di anni per raggiungere la galassia più vicina. I tempi sono così lunghi che nessun essere vivente riuscirebbe a vivere abbastanza per raggiungere la Terra. Le stesse comunicazioni a distanze del genere sono praticamente non attuabili.

È inutile parlare poi della possibilità che sia l'uomo a spostarsi per visitare un sistema solare alieno, ad esempio per andare a visitare il sistema più vicino, Alpha Centauri (che tra l'altro ha scarsissime probabile di ospitare la vita), per percorrere i 4 anni luce che ci separano con le tecnologie attuali, ci vorrebbero circa 28.000 anni!

E pensare che pianeti che potenzialmente potrebbero ospitare la vita finora scoperti si trovano a distanze come 22, 36, 600 anni luce! (un anno luce corrisponde a 9461 miliardi di kilometri o circa 63241 volte la distanza fra la Terra ed il Sole).
 

Quest'ultima osservazione ci porta anche alla riflessione di quanto sia pateticamente assurdo che una razza aliena affronti un viaggio così incredibilmente eccezionale fino alla Terra per poi....nascondersi! Magari questa ipotesi strampalata del gioco a nascondino degli alieni poteva anche avere un senso teorico se gli alieni abitassero vicinissimi, cioè in altri pianeti del nostro sistema solare, ma sappiamo con assoluta certezza che non vi è vita minimamente intelligente in tutti i suoi pianeti all'infuori della Terra.

Insomma, le distanze spaziali tra un ipotetico sistema solare abitato e la Terra sono così grandi ma così grandi da apparire insormontabili anche con possibili tecnologie ultra avanzate. Se poi vogliamo fantasticare che dopo un viaggio di decine di anni, con queste tecnologie fantascientifiche, gli alieni si mettano pure a giocare a nascondino allora ci rendiamo conto di quanto si cada nel patetico.

 

Gli UFO ed i Governi

 

 

Tutto sembra lasciar pensare che quasi tutti i governi non abbiano il sospetto che gli UFO possano essere qualcosa di assimilabile a velivoli extraterrestri.

Infatti, tralasciando le tante falsità che circolano su coperture governative non dimostrabili, tutti i governi si comportano giustamente come se gli UFO fossero possibili minacce per la sicurezza nazionale, non vi sono attribuzioni dimostrate sulla provenienza extraterrestre degli UFO, se non alcuni pareri, e tutti i governi si occupano attivamente della ricerca di vita extraterrestre, finora senza successo.

Anche gli enti spaziali sembrano a tutti gli effetti ignorare il fatto che siamo visitati da extraterrestri, salvo qualche parere sporadico non accompagnato da dimostrazioni, ed enti come la NASA e l’ESA investono grandi sforzi ed investimenti per tentare di scoprire acqua e forme di vita al di fuori della Terra. Senza contare ovviamente anche il progetto SETI, anche se è ancora troppo primitivo per adempiere al suo scopo.

Circolano fin troppi deliri su censure ed occultamenti fatti dai governi e dalla NASA sugli UFO, ma la verità è che non esistono prove di tutto questo, se non in rarissimi casi che rientrano negli ambiti dei protocolli di sicurezza nazionale. Ma se così non fosse, i tantissimi esperti ed i media avrebbero già portato alla luce tutto questo e fatto scoppiare uno storico scandalo. Inoltre, esistono potenti enti spaziali concorrenti alla NASA, spesso ben poco simpatizzanti per gli USA, come quello russo o cinese, ma nessuno ha mai accusato la NASA di censure o ha confermato la presenza di UFO o alieni.

L’unica copertura della verità proviene di fatto da parte di visionari e ciarlatani che continuano a diffondere falsità ovunque.

 

C’è anche la prova del nove: le nazioni sono indipendenti tra loro, spesso nemiche, non possono collaborare tutte per nascondere la “verità” sugli alieni.

Infatti, è assurdo ritenere che paesi indipendenti e paesi ostili agli USA abbiano appoggiato ed appoggino la strategia degli USA riguardo la copertura totale sugli alieni negli ultimi 60 anni, si pensi a paesi come Iran, Korea del Nord, Cuba, Cina e perfino l'URSS. Anzi, sarebbe stato un notevole dispetto agli USA rivelare la verità!

Le uniche prove che abbiamo sono quasi solo prove testimoniali, ma con tutti i paesi che gli USA non possono controllare è assurdo che non sia sbucata fuori qualche altra prova più concreta. Pertanto il complotto sugli alieni cade miseramente, tanto più che non esistono neanche prove veritiere a favore di governi ombre che potrebbero avere il potere di fare questo.

E brutta cosa, molto brutta, è l'abitudine dei ciarlatani di utilizzare la scusa della cospirazione che occulta le prove per giustificare la mancanza di prove dietro alle bufale. Si tratta di una brutta abitudine seconda solo al pretendere che siano gli altri a dimostrare che una cosa non sia aliena, mentre è compito di chi lo afferma fare questa dimostrazione!

 

Il tema UFO può essere soggetto a segretezza e copertura governativa, infatti ci sono molti documenti segreti declassificati che parlano di loro, e questo perché un oggetto volante non identificato che vola nello spazio aereo nazionale è una minaccia per la sicurezza nazionale che potrebbe comportare anche tentativi di spionaggio e gravi incidenti diplomatici se si trattasse di un velivolo di un altro paese. È possibile che non si sia arrivati ad una conclusione ufficiale sulla loro origine per mancanza di informazioni decisive in merito.

Ovviamente questo discorso comporta anche il fatto che i governi ed i militari non abbiamo tecnologia extraterrestre, ma ciò possiamo escluderlo in quanto sulla base della documentazione disponibile non ci sono tracce di tecnologia imputabile anche indirettamente ad extraterrestri sia nel mondo scientifico che nel mondo militare.

 

Le conclusioni pubbliche dei diversi Governi, come USA e Regno Unito, si possono ben sintetizzare con le seguenti affermazioni fatte dal governo inglese quando ha chiuso la sezione investigativa dedicata agli UFO per risparmiare soldi:

«Il Ministero non ha opinioni sull'esistenza o meno della vita extraterrestre. Tuttavia, in oltre 50 anni, nessun rapporto sugli UFO ha mai rivelato alcuna evidenza di potenziali minacce al Regno Unito. Il ministero non ha le specifiche capacità per identificare la natura di questi avvistamenti. Non c'è alcun beneficio difensivo in queste indagini e sarebbe inappropriato dedicarvi le risorse della difesa.
Inoltre dare una risposta agli avvistamenti di UFO distoglie risorse del Ministero da altri compiti importanti per la difesa.»

E se fosse realmente questo quello che pensano i Governi sugli UFO e sugli alieni?

C'è da aggiungere anche che importanti politici anche chiacchieroni, una volta terminato il loro incarico, hanno dichiarato di non aver mai saputo dell'esistenza di UFO ed alieni durante la loro carriera politica. Sono ad esempio i casi del vice presidente americano Al Gore, del Segretario di Stato e consigliere per la Sicurezza Nazionale USA Condoleezza Rice e del primo ministro britannico Tony Blair, i quali sono tre figure che per forza maggiore avrebbero dovuto sapere la verità in merito: quindi o hanno mentito oppure hanno confermato quello che gli enti ufficiali americani hanno sempre affermato.

 

Nel mese di maggio 2010 ci fu una dichiarazione dell'Air Force USA che disse: "non esiste nessuna evidenza presente o scoperte da parte dell'Air Force che gli avvistamenti classificati come non identificati rappresentino sviluppi tecnologici o principi che vanno al di là della portata della moderna conoscenza scientifica".

Nel sito governativo americano, l'argomenti Alieni e dischi volanti è relegato nella categorie “Conspiracy Theories and Misinformation” (teorie della cospirazione e disinformazione), e si nega fermamente che si tengano segreti incontri con alieni che visitano la Terra, i quali sono considerati ufficialmente come il prodotto della fantasia umana.

Perfino all'ONU dichiarano di non saperne nulla, per esempio Mazlan Othman, la responsabile dell'ufficio dell'Onu degli affari spaziali, alla domanda di se davvero arrivassero gli alieni cosa farebbe, ha risposto che insisterebbe affinché i governi esercitassero la massima trasparenza nei confronti dei loro cittadini.

 

Anche la Nasa ha più volte dichiarato di non saperne nulla di alieni, ad esempio all’amministratore della Nasa Charles Bolden è stato chiesto se avesse mai visto cose strane nello spazio, ed egli ha risposto: “Devo ammetterlo, tutti quelli che vanno nello spazio vogliono vedere un alieno o vogliono vedere le prove che vi sia altra vita intelligente nell’universo. Ma io sono qui a dirti che non visto nessuna prova. Anche se credo che vi sia del potenziale per la vita intelligente nell’universo.”.
Infine, il vicedirettore dell'Agenzia spaziale russa Roscosmos Vitaly Davydov, nell'aprile 2011 ha dichiarato: "Io non ho alcuna obiettiva informazione che mai i nostri cosmonauti abbiano visto degli UFO". Ha anche aggiunto che però l'Unione sovietica non sottovalutò la questione ed anzi, nell'Armata rossa a metà degli anni '70 erano in funzione da tempo commissioni per analizzare gli avvistamenti e lo stesso attuale capo dell'agenzia spaziale ne faceva parte. "Semplicemente, non siamo stati in grado di identificare un solo caso in cui vi fosse una qualche prova obiettiva", racconta.

Perfino i cinesi, in forte concorrenza con le altre agenzie spaziali e capaci persino di mandare robot sulla Luna, non hanno mai parlato di prove su UFO ed alieni, nonostante gli immensi sforzi profusi nel voler stupire il mondo intero con le loro scoperte ed imprese.

 

Il governo britannico ha reso pubblico, tra il 2009 ed il 1013, i documenti prodotti dall’UFO Desk del Ministero della Difesa (MoD – Ministry of Defence)prima della sua chiusura, avvenuta nel 2009. Si tratta di documenti declassificati che raccolgono testi, disegni, foto, lettere e interpellanze parlamentari relative a segnalazioni di UFO avvistati nei cieli di competenza britannica. I files sono disponibili sul sito dei National Archives. Oltre ai resoconti completi, sono stati resi disponibili sul sito dell’UFO Desk anche elenchi più sintetici degli avvistamenti esaminati giorno per giorno dalle autorità inglesi.
Ciò che ha portato alla chiusura è il fatto che nell’arco di tutto questo tempo “nessun avvistamento UFO segnalato al MoD ha mai rivelato nulla che suggerisse una presenza extraterrestre o minaccia militare per il Regno Unito”, come ha ricordato Carl Mantell, comandante aereo della Royal Air Force, nel redigere un resoconto per il Ministero della Difesa.
I numeri che emergono dal lavoro di questi decenni fugano ogni dubbio circa l’impegno profuso dal MoD nella ricerca di presenze extraterrestri: 209 files, 52.000 pagine di archivio e circa 200 casi annui portati a risoluzione. Anche la pubblicazione degli archivi è stata gestita con la massima professionalità: dal 2007 ad oggi il sito web del progetto ha ricevuto circa 25 milioni di visite e oltre 4 milioni di utenti, da più di 160 paesi, hanno scaricato i contenuti dei National Archives.

 

Nel novembre 2011 l'Amministrazione Obama ha risposto ufficialmente a due petizioni che chiedevano lumi sul rapporto tra alieni e umani e le comunicazioni con il governo degli Stati Uniti. Infatti, riguardo agli "alieni" c'erano due petizioni, molto attese nel mondo degli ufologi, tutte e due le petizioni erano firmate dal gruppo di attivisti politici PRG (Paradigm Research Group) il cui motto è "Political Activism in Service to the Politics of Disclosure - Exopolitics". La prima petizione chiedeva all'Amministrazione Obama di riconoscere formalmente la presenza extraterrestre che coinvolge la razza umana. La seconda invece chiedeva al Presidente Obama di rivelare immediatamente che il Governo USA è a conoscenza di comunicazioni con esseri extraterrestri.

Ed ecco la risposta ufficiale della Casa Bianca: "Il governo USA non ha alcuna prova che la vita esista al di fuori del nostro pianeta, o che una presenza extraterrestre abbia contattato o avuto rapporti con qualche membro della razza umana. Inoltre non ci sono informazioni credibili per suggerire che le prove siano state nascoste al pubblico". Seguono varie motivazioni che ricalcano perfettamente la risposta dell'Amministrazione Obama firmata da Phil Larson (White House Office of Science & Technology Policy) e cioè "Cerchiamo gli ET, ma non c'è nessuna prova".

 

Ricordiamo anche che nonostante l'altissimo numero di segreti rubato ai governi da wikileaks, non è uscito nulla sugli alieni, confermando di fatto le posizioni ufficiali scettiche di questi governi.

 

In sostanza, tutte queste cose sembrano dimostrare che, in realtà, i Governi non sanno nulla. Troppo comodo ricorrere con la fantasia a cover-up e coperture governative per giustificare l'assenza di prove per le proprie credenze. D'altronde come molti dicono: se una civiltà extraterrestre avesse tecnologie talmente avanzate da poter attraversare gli abissi fra le stelle e venirci a trovare, pensate seriamente che una qualunque potenza terrestre potrebbe tenerla sotto il proprio controllo? Sarebbe come pensare che una tribù di guerrieri in canoa possa prendere impunemente il controllo di una portaerei nucleare.

 

 

Gli alieni

 

 

Gli UFO che non sembrano essere nulla di conosciuto sono stati studiati piuttosto a lungo e, nonostante siano un fenomeno rarissimo, si è riusciti a raccogliere qualche informazione che ci consente di delineare almeno in parte il fenomeno.

Sugli Alieni non sappiamo praticamente nulla, nessun uomo è mai riuscito ad entrare in contatto con extraterrestri, chi lo ha affermato ha sempre mentito e non lo ha mai dimostrato, anzi spesso ha portato clamorosi falsi.

Non è possibile dimostrare neanche la forma degli alieni, non sappiamo se abbiano la tanto leggendaria forma umanoide, che è scientificamente improbabile, o forme assurde al di là di ogni immaginazione.

Vi siete mai chiesti perché si raccontano storie di alieni con forme e qualità umanoidi? Semplicemente perché l'uomo non riesce ad immaginare qualcosa che non conosce. Ecco quindi che tutti gli alieni in fin dei conti sono esseri umani, soprattutto maschi, con qualità e comportamenti proprie dell'uomo

Non incontreremo mai una forma di vita con un tempo di evoluzione e un corpo simile al nostro, questo è un dato di fatto.

E gli alieni che verrebbero sul nostro pianeta dovrebbero combattere con l'alto rischio di soccombere a virus e batteri sconosciuti per i loro organismi, gravità ed atmosfere diverse dal loro pianeta di origine, temperature e radiazioni naturali diverse da quelle dei loro standard, ecc.

Agli alieni vengono collegati fenomeni altamente controversi come le mutilazioni animali, i cerchi nel grano, i rapimenti alieni. Sorvoliamo poi su 60 anni di reperti alieni che vengono strombazzati ovunque e sarebbero la gioia di qualsiasi scienziato, ma che alla verifica si rivelano essere banalissimi pezzi di metallo spacciati per pezzi di UFO o addirittura sassetti e schegge spacciati per impianti alieni.

Ci sono collegamenti degli alieni anche con divinità religiose ed antiche civiltà, ma queste sono solo fantasie prive di qualsiasi prova a supporto. Ed i pseudo reperti inspiegabili del passato, spesso collegati agli alieni, si sono dimostrati essere dei falsi oppure oggetti con spiegazioni normali.

Per non parlare poi dei tentativi di mischiare alieni con New Age  o spiritualità, dove si cade nel delirio più totale. Non è raro che gli alieni diventino il pretesto per tentare di fondare nuove sette religiose. Infatti, non mancano quindi anche ridicoli tentativi di creare religioni basate sugli alieni, dove si attende la loro manifestazione pubblica, si diffondono messaggi spirituali provenienti dagli alieni, li si dipinge come saggi esseri superiori, ecc.

 

Le informazioni dettagliate che circolano sugli alieni sono ovviamente invenzioni fantastiche di ciarlatani di ogni tipo, che si adattano al cambiare dei tempi. Ad esempio, negli anni'50, quando non avevamo ancora esplorato il nostro sistema solare, le testimonianze sugli alieni affermavano che essi provenivano dalla faccia nascosta della luna e dai vari pianeti del nostro Sistema Solare come Venere e Marte. Quando l'esplorazione spaziale ha dimostrato l'assurdità di queste affermazioni, i testimoni hanno iniziato a spostare la provenienza degli alieni dagli altri sistemi stellari. E anche qui , quando l'astronomia dimostrava che le condizioni di quel sistema stellare fossero inadatte alla vita intelligente, come le Pleiadi, i testimoni spostavano ulteriormente la provenienza degli alieni.

Le storie dei contattisti, poi, sono ridicole invenzioni di persone che dicono di essere in contatto diretto con gli extraterrestri, che spesso scadono nel mistico/religioso, infatti è più un ambito da sette religiose che da ufologia. 

In effetti, due sono le prove che chi entra in contatto con gli alieni o con i loro segreti dovrebbe portare, se la loro storia fosse vera: fotografie o filmati degli alieni e dei loro velivoli, conoscenze scientifiche e tecniche di questi alieni. Ciò sarebbe molto ma molto facilmente ottenibile e costituirebbe un prova inoppugnabile, tanto più che sarebbe facile verificare l'autenticità di questo materiale al fine di farlo diventare una prova credibile.

Finora ci sono stati oltre 200 rivelazionisti e 100 contattisti, che hanno affermato di essere entrato ripetutamente in contatto con alieni o di aver avuto accesso a segreti su di loro, ma nessuno di questi ha portato qualsiasi prova credibile a supporto delle loro storie strampalate.

In compenso hanno portato innumerevoli storie di fantascienza di serie B, qualche simpatico falso fotografico/video, e tanta popolarità e soldi a chi si è inventato queste storie. D'altronde non avrebbe senso che degli alieni facessero lunghissimi e pericolosissimi viaggi per arrivare fino a noi, per poi giocare a nascondino e contattare solo una singola persona senza dargli alcuna prova.

 

Non parliamo poi del campo dei rapimenti alieni, dove le storie inventate fioccano e c'è un'evidente quanto imbarazzante mancanza di prove. Tantissime storie sono palesemente inventate o provengono da personaggi controversi, inoltre le persone che dicono di essere rapite non vengono seguite da specialisti di settore ma da persone che non hanno competenza in materia e/o hanno interesse a far credere la gente nei rapimenti alieni.

Molte persone inventano palesemente di essere rapiti dagli alieni, copiando spudoratamente dalle storie di rapimenti alieni in circolazione, spesso proprio da falsi conclamati e, tranne per i casi dove si cerca la notorietà, ancora non è chiaro se lo facciano per una forte suggestione o per la voglia di sentirsi speciali agli occhi degli altri. Tuttavia, è palese l'esistenza una opera di convincimento, messa in opera su internet, in convegni e da alcuni esponenti del settore, in cui si suggestiona la persona portandola a farle credere di essere stata rapita dagli alieni.

Punto più importante: è vero che ci ci sono stati però tanti racconti di abduction ma, ad esempio, ci sono stati tanti racconti di gente posseduta carnalmente da Satana, vuol dire che quindi sono veri? Un racconto non basta. Servono prove tangibili, come un pezzetto di pelle aliena sotto le unghie, un oggetto proveniente dall'astronave, un'informazione scientifica prima sconosciuta. Non succede mai. Chiediamoci perché.
Inaspettatamente, l'aspetto più sconcertante dei rapimenti alieni è il fatto che molte persone, in buona fede,  riescono a suggestionarsi al punto di credere di essere stati rapiti dagli alieni (addotti), al punto che sta diventando una nuova casistica neuropsichiatrica.  Ad esempio, non esistono centinaia di addotti italiani, ma esistono centinaia di persone che credono di essere addotte, cosa ben diversa.

 

Da citare anche i cerchi nel grano, attribuiti agli alieni senza uno straccio di prova e di logica.  Se domani vi svegliate e trovate dei disegni fatti sul prato fuori casa, pensate che sia lo scherzo di qualche buontempone oppure iniziate a pensare alla cosa meno logica, cioè che siano stati gli alieni? Ecco, se si trovano delle figure disegnate nel grano è logico pensare che siano stati gli unici che possono farlo: gli esseri umani! Non c'è alcun mistero, sono figure palesemente disegnate da persone, è un nuovo tipo di arte, spesso un pò burlona.

D'altronde esistono numerosi casi in cui è stata documentata la creazione di figure nel grano, spesso anche di dimensioni e complessità ragguardevoli, con il solo uso di corde e tavole: quindi è scientificamente dimostrato che la creazione di figure nel grano è fattibile da parte dei comuni esseri umani.

Anomalie e misteri non ne esistono, ci sono spiegazioni di esperti che mettono a tacere tutta una serie di "stranezze" inesistenti create ed alimentate ad arte da chi su questo fenomeno ci vuole speculare.

Infine, sempre la stessa obiezione logica: non avrebbe senso che degli alieni facessero lunghissimi e pericolosissimi viaggi per arrivare fino a noi, per poi giocare a nascondino e fare effimeri disegnini nel grano.

 

La verità è che non sappiamo praticamente nulla di concreto sugli alieni, ed a nulla servono fantasie buone solo a prendere in giro i creduloni.

D’altronde esistono decine di migliaia di ricercatori scientifici in tutto il mondo, che non sono controllabili e che farebbero di tutto di più per ottenere notorietà, e se avessero prove sugli alieni le andrebbero subito a divulgare, ed i media, anche’essi tantissimi ed incontrollabili, ne approfitterebbero subito.

Ma chiaramente, fare affermazioni straordinarie senza portare prove straordinarie significa semplicemente perdere totalmente di credibilità, per sempre.

In sostanza, è assurdo pensare che siano disponibili prove sugli alieni ma tra i tantissimi scienziati esistenti nessuno abbia mai dimostrato che gli alieni ci visitano, nonostante questo comporterebbe ricevere una grandissima fama e gloria. In ogni caso un complotto scientifico sugli alieni è impossibile da attuare.

È quantomeno inutile parlare di storie su alieni in quanto non abbiamo prove che ci consentano fare questo in modo non fantasioso.

 

 

Conclusioni

 

 

La verità sugli UFO e sugli alieni è che dopo 70 anni di ufologia non si è ancora riuscita a produrre la prova che gli alieni ci stiano visitando, ma al limite si sono prodotte opinioni, pareri, dati incerti, analisi discutibili. Il tutto, in un incredibile orgia di bufale, ciarlatani, visionari e creduloni che riempiono questi campi di ogni falso possibile ed immaginabile.

Ma è la spazzatura ufologica a vendere, ad essere commerciale, non la roba seria.

Come si potrebbe, quindi, giustificare la contraddizione secondo cui gli extraterrestri ci stanno visitando ma nessuno riesce a portare una prova definitiva?

Infine, c'è da aggiungere che nel mondo scientifico, anche in quello degli scettici, il pensiero comune è che gi extraterrestri esistono, cioè che nell'universo ci siano molti pianeti abitati, ma sono posti ad una distanza tale da rendere impossibile il contatto tra loro, fino ovviamente a prova contraria, ed è questa prova contraria che si cerca nello studio degli UFO, ma non è mai stata trovata.

 

È anche importante capire che gli UFO non sono automaticamente oggetti volanti inspiegabili compatibili con la spiegazione extraterrestre, solitamente è tutt'altro, sia per la malafede che per l'incompetenza dell'osservatore.

Escludendo i falsi realizzati appositamente per ingannare, gli UFO possono essere anche aerei, aerei segreti, droni, satelliti, dirigibili, palloni, palloni aerostatici, lanterne cinesi, corpi celesti (luna,venere), meteore, comete, aurora boreale, satelliti, riflessi di luce generati da fonti luminose (fari, laser), fluorescenze e fosforescenze di gas naturali dovuti a emissioni radioattive, mongolfiere, uccelli, insetti, pulviscolo, gocce d'acqua (compresi riflessi), allucinazioni, allucinazioni di massa, flares, fulmini globulari, suggestione, fulmini vulcanici, bolidi di ghiaccio (compresi riflessi), modellini radiotelecomandati, difetti della vista, difetti degli strumenti (orbs, lens flares, esposizioni lunghe, artefatti, ccd smearing, difetti generici), casi di paredolia (l'illusione che tende a ricondurre a forme note oggetti dalla forma casuale), FLAA (fenomeni luminosi alta atmosfera, come gli sprites).

 

Quello che lascia perplessi è anche l'ingiustificabile mancanza di foto non falsificate di UFO che mostrino un minimo di dettagli, in una società dove chiunque può fare foto di qualità almeno sufficiente, almeno durante il giorno. Ad esempio, con una macchinetta fotografica digitale molto economica, puntando lo zoom al massimo è stato fotografato un aereo di linea a 10 km circa di altezza, ed ingrandendo l'oggetto nella foto ecco cosa si vede:

 

 

 

Quindi ecco che addirittura appaiono dettagli notevolmente superiori alle foto di UFO di una certa autenticità, e se si riesce a fare questo con attrezzatura scandentissima e con oggetti posti a 10 km dall'osservatore, sarebbe lecito pretendere foto di UFO di miglior qualità senza necessariamente scadere in falsi o oggetti sfocati spacciati per chissà cosa.

Mentre persone con telescopi riescono a riprendere tranquillamente immagini della stazione spaziale internazionale come questa:

 

 

Figuriamoci come sarebbe altrettanto facile riprendere con dettaglio le grandi astronavi aliene che affronterebbero enormi viaggi interstellari per giungere fino a noi, e invece nulla di nulla!

 

Se riesci a fotografare un meteorite in volo come nell'immagine di seguito, mentre ti lanci col paracadute e la ripresa è così a fuoco che un astronomo riesce ad identificare un meteorite, allora dovremmo avere delle foto di UFO e astronavi madri così qualitativamente elevate da poterci stampare delle gigantografie.

 


 

Viviamo in un era dove ci sono milioni di strumenti puntati al cielo. Una rete di telescopi, satelliti, osservatori, semplici amatori che scrutano verso l’alto stando attenti a tutto quello che proviene dallo spazio, e riversando in Rete i dati condivisi in tempo reale. Se una astronave aliena gigante passasse anche “solo” a un milione di kilometri dalla Terra, ce ne accorgeremmo e sarebbe impossibile nasconderlo o non documentarlo. Quindi immaginate quanto sarebbe facile immortalare bene le astronave aliene che svolazzano nei nostri cieli o addirittura tra i nostri palazzi.

E invece abbiamo solo immagini sfocate o false, quindi si cade nel patetico più totale e non mancano tra le foto "autentiche" le diffusissime luci (di aerei, di lanterne cinesi o di altro) sfocate riprese nel cielo come queste:

 

 

mentre se fosse vero che gli alieni ci stessero visitando, le immagini "autentiche" dovrebbero essere di questa qualità e non quelle ridicole che ci rifilano di solito appositamente per spacciare per strano qualcosa che è in realtà normalissimo come un semplice aereo:

 


 

È anche vero che nessuna foto e nessun video potrà mai essere considerata una prova sull'esistenza di visite extraterrestri, perché chiunque con il minimo sforzo può falsificare qualsiasi foto e video, ad esempio già con conoscenze elementari di Photoshop.

 

 

È ovviamente di fondamentale importanza riconoscere subito le bufale ed impedire la loro diffusione, nonché è importante evitare la diffusione anche di interpretazioni strampalate e fantasiose. Il problema è che questo non avviane quasi mai.

 

Come molti sottolineano spesso, è stupefacente il corto circuito mentale di chi vede un puntino luminoso che si muove in cielo e subito pensa “veicolo di visitatori extraterrestri”. È come sentire un rumore di zoccoli di cavallo e pensare “unicorno”. Con tutte le cose naturali e artificiali che ci sono in cielo, l'idea dell'astronave aliena che gironzola incurante di farsi notare dovrebbe essere l'ultimissima cosa che passa per la testa. Ma grazie alla propaganda ufologica è un corto circuito molto popolare.

Facciamo ora un discorso rivolto al tema degli UFO, ma valido anche per i misteri di ogni genere.
Cito ad esempio un caso dove vi è stato un ben documentato effetto luminoso nel cielo notturno a causa del carburante di un missile: a dispetto di tutto, alcuni media hanno parlato dell'avvistamento citando dichiarazioni degli ufologi e addirittura presentando una foto di un classico disco volante, che non c'entra assolutamente nulla con il fenomeno.
Gli ufologi intervistati dalle testate hanno dichiarato che l'oggetto avrebbe compiuto "alcune manovre", cosa che le riprese video smentiscono nettamente, e parlano di "misterioso oggetto volante". Ma è misterioso soltanto per chi non si prende la briga d'informarsi e ragionare, e per i giornalisti che invece di contattare chi osserva il cielo per professione e con competenza consultano soltanto gli ufologi dall'entusiasmo facile.
E questo tralasciando anche la testimonianza di un sacerdote che affermava di aver avuto una "esperienza mistica" guardando quel fenomeno....
Una volta hanno fatto fatto un'intervista in un paesino di montagna poiché la sera prima era sfrecciata nel cielo una meteora: alcuni testimoni hanno affermato di aver visto gli oblò, uno ha affermato di aver visto la Madonna affacciata a uno degli oblò... Basta che sia luminoso e che sia in cielo e la gente ci vede quello che vuole. Per questo bisogna stare molto ma molto attenti nell'affrontare il fenomeno UFO.

E poi si parla impropriamente di cover-up o di disinformazione o di arroganza quando si svelano le bufale....le cose che non ci piacciono quasi sempre ci appaiono dette con arroganza... Soprattutto quando in fondo in fondo si percepisce che sono giuste.
Ad esempio, continuare a cercare di spacciare effetti ottici per UFO, è una pratica deteriore e, soprattutto, anacronistica. Sia chiaro che mi riferisco a quell'insieme di persone che pensa di poter avvallare l'esistenza degli UFO ricorrendo a macchie sui vetri, lenti sui vetri, polvere negli obbiettivi, riflessi di luce, nuvole con forme strane, luccichii sui fili della luce e quant'altro si possa ben inserire nel prontuario del "piccolo illusionista". Ecco, adottare quel genere di trucchi e offrire questo genere di cose all'analisi dei critici, significa davvero volersi far del male gratuitamente. Ma questa cosa è ben lontana dall'essere capita da molte persone.

 

Sugli UFO e sugli alieni dovrebbe far riflettere il fatto che dopo 70 anni di studi intensi sul fenomeno da parte di migliaia di persone non si è riuscita a trovare una sola prova ma in compenso si è prodotta una quantità abnorme di falsi ed a creare un genere di fantascienza di serie B che tende ad interpretare ogni cosa poco chiara in chiave ufologica e/o aliena. Eppure se fosse vero che gli alieni ci stessero visitando da decenni sarebbe stato inevitabile, e neanche difficoltoso, produrre prova certa.

Esistono veri avvistamenti di oggetti volanti non identificati, ma questo non significa che siano avvistamenti di UFO, sono solo avvistamenti di oggetti che non si è riusciti ad identificare per qualche valido motivo (ad es. mancanza delle informazioni necessarie), fermo restando che spesso anche questi avvistamenti se indagati a fondo risultano essere molto meno misteriosi di quello che sembrano ed offrono una valida spiegazione tutt'altro che extraterrestre.

 

Insomma, dire che degli alieni abbiano visitato la Terra è una affermazione estremamente straordinaria che tra l'altro contrasta con i punti critici sollevati finora: pertanto, il minimo che si può chiedere sono delle prove straordinarie, ed ovviamente anche tra il materiale autentico non fanno testo pareri/opinioni, racconti, immagini e descrizioni di qualcosa che non si riesce ad identificare. Forse la chiave del fallimento di tutto, anche scartando i falsi, ciò sta proprio nel fatto che si usano gli UFO per vederci gli alieni, cioè si usano oggetti volanti che non si riescono ad identificare per identificarci astronavi aliene, e la cosa non ha alcun senso: o si ha davanti chiaramente un'astronave aliena oppure si ha qualcosa che per mancanza di informazioni non si può identificare (cioè un UFO).

 

La stessa ufologia è praticamente morta, è davvero esatta la conclusione di Dave Wood, portavoce del noto gruppo ufologico inglese ASSAP (Associazione per lo Studio Scientifico dei Fenomeni Anomali):  “la mancanza di prove definitive al di là delle semplici suggestioni aneddotiche fanno pendere la bilancia a favore della probabilità che non ci sia niente lì fuori”.

Infatti non meraviglia che l'ufologia si è oramai dedicata a riciclare sempre le stesse cose, tra l'altro già sbugiardate o ritenute dubbie da anni, oppure a dedicarsi a promuovere nuovi casi francamente imbarazzanti e spesso già sbugiardati in partenza. Molte persone competenti hanno oramai abbandonato questo campo, tanto è vero che spesso ufologi anche noti dimostrano essere degli incompetenti totali nella ricerca e nell'analisi del materiale ufologico.

Una percentuale rilevante degli ufologi ha spostato l'attenzione verso il complottismo e la teoria della cospirazione, sostenendo che la mancanza di prove definitive dipenda dai continui insabbiamenti delle autorità, probabilmente nella speranza di buttare fumo negli occhi ai più creduloni e giustificare ai loro occhi la totale mancanza di prove. Per non parlare poi degli ufologi che si sono oramai dedicati alla fantascienza spacciata per realtà, cioè divulgare storie fantastiche sugli UFO e sugli alieni come se nulla fosse.

Come giustamente osservato qui, agli ufologi forse è sfuggita una cosa. E cioè che l'ufologia è morta. E non è morta oggi, o ieri, o il mese scorso. È nata morta.
L'ufologia è nata morta nel rifiuto di applicare anche solo una traccia di metodo scientifico. È nata morta nel rifiuto di qualsivoglia analisi statistica, preferendo una sequela di "casi eclatanti" che una settimana dopo non si ricorda più nessuno (nemmeno loro). È nata morta nella ricerca della fama a basso costo. È nata morta nell'esaltazione dell'ignoranza spacciata come "approccio alternativo". È nata morta nelle menzogne che vengono propugnate alla gente per vendere il best seller del momento.

 

Il discorso di fatto potrebbe continuare all'infinito, ma è meglio finirla qui. Infatti, si potrebbe far notare come il mondo sia pieno di scienziati ed esperti di discipline astronomiche con una preparazione impressionante, tra l'altro in aspra competizione tra loro per fare nuove scoperte, ma nessuno di questi pur avendo le conoscenze, la motivazione e le strumentazioni necessarie, riesce a dimostrare che siamo visitati dagli alieni.

 

Tuttavia, molta gente vuole sognare, vuole la fantascienza spacciata per realtà, vuole provare le emozioni e le paure legate a scenari di visite aliene, e spesso vuole anche crederci come ci si crede in una religione: la mera realtà dei fatti e la critica alle assurdità sugli UFO/alieni produce solo noia, disinteresse e rabbia per queste persone.

 

 

 

 

Perché si crede agli UFO? Perché divertente credere in cose strane!

 

È un dato di fatto che a persone di tutti i livelli di istruzione piace credere in “cose strane”, così come è oramai assodato che le persone tendono a cercare o interpretare le evidenze favorevoli alle credenze esistenti e ignorano o interpretano male la prova sfavorevole a tali convinzioni: tutto ciò incide fortemente sul perché alla gente piace credere in cose come gli UFO e perché tale credenza perdura nel tempo.
Bisogna anche tener conto che ognuno vede quello che vuol vedere, soprattutto se si parla di qualcosa su cui abbiamo dati insufficienti a disposizione, ad esempio un oggetto osservato troppo lontano per poter essere identificato. Ecco quindi che una luce notturna nel cielo, e ricordiamo che tutte le luci viste da lontano di notte appaiono come sfere di luce, può essere interpretata come le luci di un aereo, di una stella, di una lanterna cinese, di un satellite, ecc. ma ci possono anche essere persone predisposte ad interpretare la luce nel cielo come un veicolo spaziale sotto il controllo alieno.


Complessivamente, le storie su UFO ed alieni appaiono come una finzione cinematografica o un esercizio mentale ispirato alla proiezione del nostro modo di immaginare come potrebbero apparire e comportarsi dei visitatori spaziali. Nonostante oltre 60 anni di “avvistamenti”, le prove scientifiche su di loro sono nulle, mentre una singola sonda inviata dalla NASA su Marte, atterrando, ha lasciato più prove fisiche sparse sul Pianeta Rosso di migliaia di presunti dischi volanti segnalati nel corso dei decenni.

Ma dietro alle credenze sugli UFO non ci sono solo il piacere di credere in cose strane e l'incapacità di mettere in discussione le proprie credenze, spesso si va oltre. Le credenze sugli UFO sono alimentate spesso da una “religione laica”, dove la gente cerca un maggiore significato per l’universo e il nostro rapporto con esso. Il tema è che gli alieni degli UFO possano prestare attenzione a noi, preoccuparsi delle nostre nefandezze e vogliono aiutarci a portarci ad un livello superiore di esistenza. Questa è semplicemente una versione dell’età post-industriale della visita da angeli, demoni, spiriti e altri esseri immaginari tipici delle religioni.
Infine, gli UFO e gli alieni attirano anche perché incarnano le paure dell'uomo che vanno da quella dell'ignoto a quella del male di fronte cui siamo impotenti.

 

La conoscenza scientifica può aiutare a dare una dimensione razionale al fenomeno UFO ed alieni, ma i fatti dimostrano che essa non è una vaccinazione contro l’accettazione incomprensibile pseudoscientifica: infatti, insieme alla conoscenza è necessario insegnare anche il modo di pensare, soprattutto il pensiero critico. Ma il pensiero critico è difficile e le conoscenze scientifiche sono noiose, mentre le persone amano semplicemente credere in cose strane solo perché è divertente e, tra l'altro, sono idee divertenti da vendere. Si dà alla gente quello che vuole, basta andare su internet o in una libreria: gli argomenti pseudoscienza occupano molto più spazio più di quelli  scientifici.
 

Probabilmente l'unico modo per trovare davvero gli UFO e gli alieni è cercare nella mente dell'essere umano, tutti gli indizi portano proprio lì.

 

PS: Spesso i teorici degli antichi astronauti attribuiscono agli extraterresti ogni merito di tipo meccanico, tecnologico, ingegneristico ecc., in pratica sottraggono al genere umano ogni capacità di pensiero e di operatività. Che sia la proiezione della loro bassa autostima? "Ma come potrebbe mai, un uomo come me, costruire una piramide, progettare un aereo o fare un cerchio artistico nel grano"? probabilmente penseranno. Consigliamo ai teorici degli antichi astronauti un training di potenziamento della propria autostima, vedremo se dopo attribuiranno ancora agli extraterrestri delle capacità assolutamente umane.
Alternativamente, è anche possibile che chi avanza tali ipotesi abbia una stima di se talmente smisurata da pensare "se io non ho idea di come si possa fare, allora neanche il resto dell'umanità è in grado!"
Chi attribuisce agli alieni lo sviluppo della tecnologia, della ingegneristica, dell'astronomia e della cultura umane, ignora la storia delle civiltà e della conoscenza. Soltanto chi non possiede le conoscenze ed è disgustosamente presuntuoso può pensare nefandezze del genere. Egocentrismo sciocco, superbia e estrema considerazione di sé, pur non possedendo gli strumenti culturali e scientifici idonei a "leggere" la storia dell'uomo, sono figli dell'ignoranza e della sciocchezza.

 

 

Sulle contraddizioni del tema UFO consiglio la lettura dell'articolo seguente che mette in evidenza degli aspetti spesso citati in ufologia: Perché non si ufficializza l'esistenza di certi misteri? Tutti stupidi o zittiti?

 

 

CEIFAN
Centro di Indagine sui Fenomeni Anomali
diretto dal
Servizio Antibufala

http://ceifan.org