I Vimana dei testi indiani

 

 

Secondo la fantarcheologia, il termine sanscrito Vimana, indica un generico e mitologico oggetto volante, descritto in numerosi testi religiosi indiani. Non sono state individuate evidenze fisiche di tali oggetti, ma molti si sono divertiti a fantasticare su come potevano essere in base alle descrizioni dei testi sacri. Qualcuno ci ha anche speculato su tentando di vendere libri dove ne parlavano come se fossero realmente esistiti. Si tratta solo di elementi descritti in antichi testi religiosi indiani, non c'è alcun motivo per il quale dovrebbero esseri presi come se fossero realmente esistiti, tanto più che non esiste alcuna traccia materiale della loro esistenza e delle civiltà avanzate che li avrebbero realizzati, né tantomeno può essere plausibile l'esistenza di qualcosa di tecnologico in contrasto con la storia archeologica e tecnologica umana e dell'India.

Inoltre, l'intera faccenda dei Vimana è portata avanti da ambienti della fantarcheologia, che si basano su traduzioni non fedeli e personalizzate, se non inventate, al fine di creare il mito degli improbabili velivoli volanti dell'antichità indiana, che tanto attirano lettori di articoli e libri. In realtà i Vimana si trovano in antichi testi sanscriti la cui traduzione è di enorme difficoltà a causa della presenza continua di simboli oscuri appartenenti a colture molto lontane dalla nostra.

 

I testi in cui si parla di Vimana contengono in prevalenza preghiere, inni rituali, di devozione e canti. Le stesse frasi che dovrebbero testimoniare l'esistenza di antichi veicoli volanti indiani, o almeno le frasi che realmente esistono, sono evidentemente frasi presenti in quelli che sono inni simbolici.

Tra l'altro, lo stesso termine Vimana ha in realtà differenti significati, infatti questo termine significa cose come il palazzo dell'imperatore, un tempio dalla particolare forma, il palazzo del Dio, qualsiasi tipo di veicolo o carro, qualsiasi mezzo con cui si sposta il Dio di turno, e così via, anche se negli antichi testi sacri indiani il temine Vimana viene usato per lo più per indicare il palazzo/tempio in cielo dove viveva il Dio, il quale quando si spostava lo faceva con tutto il suo palazzo/tempio, chiamato per l'appunto Vimana, che veniva per l'appunto citato negli inni simbolici e che i fantarcheologi hanno trasformato in fantasiose astronavi.

Il mito dei Vimana come fantasiosi velivoli volanti tecnologici ha origini incredibilmente stupide, infatti ha avuto la sua diffusione presso il pubblico essenzialmente a causa della bufala del Vaimanika Shastra, un finto testo antico indiano che aveva la pretesa di essere stato dettato da dagli spiriti a un ciarlatano medium tra il 1918 ed il 1923, anche se il testo appare pubblicamente per la prima volta nel 1952. I racconti riportati sono tipici di quelli fantastici dell'inizio del ventesimo secolo e gli studi hanno dimostrato il fatto che fu scritto in questo periodo essenzialmente dal sedicente medium Pandit Subbaraya Shastry.

 

D'altronde vari ricercatori hanno dimostrato che i Vimana descritti nel Vaimanika Shastra a sono irrealizzabili, facendo notare che secondo i principi di aerodinamica il testo è estremamente superficiale e incorretto, e in alcuni casi viola la Legge di Newton sul moto. La conclusione degli studiosi è che i velivoli descritti sono un guazzabuglio di assurdità, piuttosto che espressione di qualcosa di reale.

Nessuno dei velivoli ha proprietà tali che lo rendano adatto al volo, le geometrie sono inconcepibilmente orrende dal punto di vista aeronautico. I principi della propulsione piuttosto che consentire il volo lo impediscono. Il testo ed i disegni non sono correlati fra di loro. I disegni sono stati fatti da Shri Ellappa che ha frequentato l'università di ingegneria e pertanto era familiare con i dettagli di alcuni dispositivi. Naturalmente il testo è scritto in modo che non si può dimostrare la natura moderna del contenuto, il che non implica la completa origine orientale del testo.

Il Vaimanika Shastra è importante per il mito dei Vimana, in quanto contiene molte informazioni sui Vimana che saranno ripresi molte volte da chiunque ne parlerà successivamente, infatti li si descrive come mezzi volanti tecnologici e vengono dati dettali sulla loro costruzione, sul loro funzionamento, sul loro aspetto e su altro ancora come il loro pilotaggio.

Il restante delle informazioni che circolano sui Vimana invece deriva da speculazioni fatte sul Mahabharata e su altri testi indiani da parte di persone facenti parte della fantarcheologia e quindi non da persone competenti in materia.

 

In sostanza, dietro al mito fantasioso dei Vimana ci sono solo bufale e speculazioni fantasiose, quindi non meraviglia il fatto che nel mondo reale non esiste alcuna traccia di questi velivoli tecnologici e delle civiltà avanzate che li avrebbero costruiti.

 

 

CEIFAN
Centro di Indagine sui Fenomeni Anomali
diretto dal
Servizio Antibufala

http://ceifan.org