La bufala dell'UFO nella battaglia di Los Angeles del 1942

 

 

it’s nothing but a convergence of light beams with some randomly clustered dots of light

 

La cosiddetta battaglia di Los Angeles (in inglese battle of Los Angeles o anche Great Los Angeles Air Raid), è il nome con cui è chiamato l'allarme causato da un presunto attacco aereo nemico, usualmente addebitato all'Impero giapponese, su Los Angeles, California, e la conseguente risposta dell'artiglieria contraerea statunitense, nella notte fra il 24 e il 25 febbraio 1942.
A Pagina B dell'edizione del mattino del 26 febbraio 1942 del Los Angeles Times apparve l'unica dell'evento, seppure fosse stata largamente ritoccata prima della stampa. Questa foto mostrava una convergenza di fasci di luce dei proiettori in un punto, con alcuni punti luminosi dovuti allo scoppio dei proiettili della contraerea. Tuttavia, un ritocco involontario della foto sembrava quasi mostrare un oggetto presente nel punto di incontro dei riflettori, e questo decenni dopo creò la leggenda che si trattasse di un UFO extraterrestre. 

 

Di recente è stato pubblicato l'originale di quella foto e si è avuta la conferma che in realtà non viene mostrato alcun UFO ma solo la luce creata dai riflettori e gli scoppi causati dalla contraerea:

 

  

 

Lo stesso episodio non fu altro che un falso allarme e così è stato considerato per decenni fino a quando dei falsi documenti ufologici hanno creato il caso della battaglia contro l'UFO: http://skeptoid.com/episodes/4171

 

La vicenda della foto è ben spiegata qui http://www.queryonline.it/2016/01/20/a-che-punto-e-la-notte-21-altre-foto-di-paura/ in cui si riassume la situazione:

 

Il 26 febbraio il Los Angeles Times mise la notizia in primo piano, pubblicando la celebre foto: per un occhio contemporaneo, l’immagine corrisponde abbastanza bene a quello che è  tutto l’immaginario cinematografico e fantascientifico in materia di assalto alla Terra da parte di alieni ostili su grandi astronavi oblunghe, e non è un caso ormai se i fatti veri e propri si sono confusi con quelli – decisamente più fantasiosi – narrati nel film del 2011 World Invasion, che ha molto insistito sull’essere basato su fatti realmente accaduti. Ma nel 1942 nessuno pensò agli extraterrestri, e solo nel 1966 la Battaglia entrò nella letteratura ufologica, raggiungendo poi l’apice della fama in tempi abbastanza recenti, grazie al risibile duello fra due gruppi di ufologi che si accusavano l’un l’altro di aver falsificato i veri documenti relativi alla mai esistita società segreta Majestic 12.

 

Quello che è certo, tuttavia (ed è spesso elegantemente trascurato dagli alternativisti di tutto il mondo) è che la foto pubblicata sul Los Angeles Times era pesantemente ritoccata e la cosa era assolutamente nota e accettata da tutti, trattandosi di una pratica comune all’epoca; serviva infatti a far risaltare il contrasto fra il bianco e il nero stanti le tecnologie fotografiche ancora imperfette. Guardando altre versioni della foto, che vengono paradossalmente offerte da alcuni ufologi a ulteriore sostegno delle loro tesi, è piuttosto evidente che il presunto oggetto oblungo possa essere il punto di incontro dei diversi fasci di luce se non addirittura semplicemente una nuvola.

 

 

 

 

 

CEIFAN
Centro di Indagine sui Fenomeni Anomali
diretto dal
Servizio Antibufala

http://ceifan.org