Stranezze lunari

 

 

Tutti gli appassionati di astronomia sanno che la Luna è stata spessa soggetta a fenomeni che appaiono misteriosi, come le luci ed i brillamenti sulla sua superficie.

C'è un'intera classe di fenomeni lunari chiamati FLT (Fenomeni Lunari Transienti) o LTP (Lunar Transient Phenomenon) che comprende mutamenti cromatici, luminescenza ed apparenti emissioni gassose. Ci sono varie spiegazioni:

- a causare quelli che sembrano improvvisi lampi di luce potrebbero essere particolari condizioni di visibilità dovute all'atmosfera terrestre che si frappone tra l'osservatore e la Luna, cosa che è stata effettivamente appurata in alcuni casi

- un'altra possibile spiegazione potrebbe trovarsi nelle frane che si creano lungo le parte scoscese dei crateri più grandi e che sollevano grandi quantità di polvere. La polvere potrebbe riflettere la luce solare in modo anomalo, dando l'illusione che ci siano delle modificazioni sulla superficie del nostro satellite. Attualmente proprio la Nasa sta indagando la levitazione della polvere lunare, dato che la polvere sulla superficie della Luna si solleva da sola periodicamente e poi si rideposita, formando una sorta di nebbia.  Il 6 settembre 2013 NASA ha lanciato la sonda LADEE che analizzerà l'atmosfera della Luna. Avete capito bene. La Luna ha un'atmosfera, anche se incredibilmente tenue. Se ne accorsero gli astronauti delle missioni lunari Apollo, che osservarono sulla Luna dei raggi di sole teoricamente impossibili, dato che i raggi diventano visibili soltanto se incontrano le molecole di un'atmosfera. Ma forse c'è di più: come accennato, forse la polvere lunare levita. A causa delle cariche elettrostatiche indotte dalla radiazione solare e dall'impatto delle particelle cosmiche, i suoi granelli si respingono a vicenda e si sospetta che finiscano per formare delle “nuvole” visibili in controluce.

- gli astronomi ritengono che grande parte dei fenomeni osservati dalla Terra siano causati da impatti di meteoriti e asteroidi ad alta velocità che generano esplosioni molto luminose, cosa che tra l'altro è stata anche documentata in video:

 

 

 

 

 

L'Anomalia di Lobachevsky

 

Una menzione a parte merita la famosa cavità lunare detta "Anomalia di Lobachevsky" che, tra l'altro, è presente sul bordo di un cratere che è cambiato tra le foto dell'Apollo 16 (frame AS 16-121-19407) e quelle della sonda Clementine, cioè ci sono differenze significative tra foto scattate a 20 anni di distanza. A parte la stranezza di questo cambiamento, ci si chiede se sia una cavità di origine naturale o di origine artificiale, se sia una sorta di ingresso per un qualcosa di sotterraneo, tipo l'ingresso per una sorta di grotta.

 

 

La spiegazione NASA è la seguente: si vede un piccolo cratere sulla parete del Lobachevsky, con inusuali strisce di materiale scuro che sembrano essere state originate dall'orlo inferiore della struttura che si è mosso verso il fondo del Lobachevsky. Questa struttura è stata notata da T. K. Mattingly, pilota del modulo di comando dell'Apollo 16, che ha descritto le strisce scure come colate di lava. Comunque le strisce possono essere spiegate come la conseguenza dello scivolamento in basso di frammenti scuri scavati sulla parete del Lobachevsky dal cratere più piccolo.

http://history.nasa.gov/SP-362/ch5.2.htm

 

È anche interessante questa immagine della zona, AS16-120-19275, che apparentemente sembra riprendere proprio l'anomalia:

 

 

e si vede chiaramente che c'è una cavità. L'immagine è visibile anche sul sito NASA e porta l'indicazione proprio di quella zona:

http://www.lpi.usra.edu/resources/apollo/frame/?AS16-120-19275

 

 

I massi rotolanti

 

A tutto ciò si aggiungono delle foto ufficiali che mostrano anomalie piccole e grandi sulla superficie lunare, nonché la famosa foto del Lunar Orbiter 5 (1967) che mostra 2 massi rotolanti, cioè quelli che sembrano massi che percorrono lunghi tragitti lasciando evidenti tracce sulla superficie lunare, arrivando persino ad entrare ed uscire dai crateri, di cui mettiamo due foto esemplificative qui di seguito:

 

.

 

 

 

   

 

Le pietre rotolanti furono scoperte in una immagine scattata dal Lunar Orbiter V nel 1967 (frame 168-H2):

http://nssdc.gsfc.nasa.gov/imgcat/html/object_page/lo5_h168_2.html

Sono state anche fotografate dall'Apollo 17:

http://www.hq.nasa.gov/alsj/a17/AS17-136-20692HR.jpg

http://www.hq.nasa.gov/alsj/a17/AS17-134-20446HR.jpg

http://www.hq.nasa.gov/alsj/a17/AS17-144-22129HR.jpg

http://www.hq.nasa.gov/alsj/a17/AS17-136-20812HR.jpg

 

La Nasa a proposito di questa missione ne parla anche qui:

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/SP-362/ch3.1.htm  (in inglese)

 

Qui ci sono molti dati precisi in merito alle pietre rotolanti:

http://the-moon.wikispaces.com/Boulder+Tracks  (in inglese)

 

Infine, ecco uno studio su questa anomalia: PDF   (in inglese)

 

 

CEIFAN
Centro di Indagine sui Fenomeni Anomali
diretto dal
Servizio Antibufala

http://ceifan.org