Sbugiardamento definitivo delle scie chimiche

 

 

Si tratta di materiale raccolto da uno studioso della questione ed esperto antibufala, e tratto da qui: http://sciechimicheinfo.blogspot.com.

Le affermazioni seguenti sono l'ennesima prova di come coloro che si dichiarano “ricercatori della verità” si dimostrano incapaci di compiere le verifiche più elementari sulle proprie asserzioni. La regola è sempre la stessa: la spiegazione di qualcosa che ci sembra strano, come sempre, va cercata chiedendo agli esperti, per non arrivare a conclusioni sbagliate. Purtroppo i complottisti non sembrano aver ancora capito questo semplice concetto.

È possibile accedere direttamente al sommario degli argomenti direttamente qui:

 

 

Nota: già a questo punto punto è evidente come i credenti nelle scie chimiche evitino accuratamente di informarsi per non demolire le loro stupide credenze

 

    

 

Il parere degli esperti del settore sulle scie chimiche

 

Molto rilevante è il parere dei veri esperti del settore sulle scie chimiche, cioè il parere di esperti in materia aereonautica e meteorologica, che dimostra inequivocabilmente come le scie chimiche siano una bufala totale che punta sull'ignoranza delle persone in materia, nonché sulla loro credulità.

Questo parere può essere letto qui: http://www.md80.it/approfondimenti-2/la-cospirazione-delle-scie-chimiche/

oppure è possibile accedere direttamente al loro sommario degli argomenti direttamente qui:

 

1. Prefazione
2. Meteo
3. Motoristica
4. Le scie di condensazione
5. Accuse e smentite parte 1
5. Accuse e smentite parte 2
5. Accuse e smentite parte 3
5. Accuse e smentite parte 4
5. Accuse e smentite parte 5
6. Testimonianze
7. Conclusioni

 

 

 

Come fa un aereo a contenere abbastanza sostanze chimiche da rilasciare una scia così lunga? Gli sciachimisti non sanno rispondere.
Eppure la soluzione è semplice: è una scia di condensazione, non di veleni o roba strana. È l'acqua già presente in atmosfera, che viene aspirata dai motori, compressa, riscaldata e poi scaricata e si raffredda a contatto con l'atmosfera circostante. Questo ciclo la fa condensare, producendo una scia visibile.
In altre parole, le lunghe scie degli aerei non sono sostanze trasportate a bordo dagli aerei: sono acqua che è già nell'aria.
 

 

 

Il parere dei metereologi sulle scie chimiche

 

Riporto qui, a titolo di esempio, il parere del noto metereologo e climatologo Colonnello Mario Giuliacci (fonte qui)

 

A seguito di numerose richieste da parte di lettori della pagina Facebook di Meteo Giuliacci, scrivo a malincuore questo articolo, che riporta appunto il mio pensiero sul fenomeno.
Dico a malincuore perché eventuali diversità di vedute rischiano di allontanare alcuni miei amici del sito. Prevedo infatti negative reazioni da chi non la pensa come me ma siccome tutte le opinioni sono rispettabili, dovete rispettare anche la mia.

Da circa 3-4 anni circola con insistenza sulla rete internet un documento redatto non si sa da chi e nel quale si afferma che aerei militari riverserebbero in cielo da molto tempo tonnellate di sostanze potenzialmente tossiche, come polveri di Bario, Alluminio e Polimeri. Il tutto - sempre secondo l’anonima fonte - allo scopo di simulare esperimenti di modifica artificiale del clima. Le prove portate a corredo della notizia sono numerose foto di scie nuvolose (nel documento definite “scie chimiche” o chemtrails) lasciate in cielo appunto dagli aerei.
Ebbene innanzitutto mi sorprende che nessun ente istituzionale intervenga per mettere fine alla diffusione di tali notizie che, oltre ad essere false - ma questa è la mia opinione - creano allarme, panico e disinformazione tra la gente.
La notizia è, secondo il mio parere, comunque messa artatamente in circolazione probabilmente, da certi ambienti, al solo scopo di seminare discredito, lasciando intendere che i “soliti americani” (dagli agli untori… yankee!!) o i soliti “militari” fanno esperimenti pericolosi, all’insaputa di tutti, tenendo all’oscuro anche i propri governi (come se le scie non si vedessero!) e infischiandosene della salute degli inermi cittadini.
Che poi la notizia sia ritenuta credibile, in buona fede, da molte persone, ebbene è proprio questo l'obbiettivo dei burattinai che tirano i fili.

In realtà le “scie chimiche” mostrate ad hoc nelle foto dei sostenitori del complotto, sono un fenomeno normale, sempre esistito da quando esistono gli aerei a jet e sono prodotte nella maggior parte dei casi dalla condensazione immediata dell’acqua rilasciata dalla combustione nei reattori degli aerei a jet commerciali e/o militari, quando volano intono 8-10 km. Per questo motivo sono note come “scie di condensazione (contrails).

Ma ecco come si generano le scie di condensazione. Alla quota di 8-10 km la temperatura dell’aria è intorno 40-45 gradi sotto zero per cui le microscopiche goccioline d’acqua rilasciate dal bruciatore dell’aereo condensano istantaneamente in una miriade di minuscoli aghetti di ghiaccio, resi poi visibili appunto da una sottile scia nuvolosa. Le condizioni ideali per il verificarsi del fenomeno sono quelle nelle quali l’atmosfera circostante è già di per se molto umida cosicché la scia stenta ad evaporare e quindi resiste nel cielo anche per 1-2 ore. Se poi a quelle quote c’è anche un forte vento, la scia nuvolosa tende ad essere sparpagliata lateralmente e quindi assume anche notevoli dimensioni nel verso laterale.
Sotto tali condizioni meteorologiche, lungo alcune aerovie o incrocio di aerovie commerciali oggi particolarmente affollate è ovvio che, il frequente passaggio di aerei (uno, ogni 3-4 minuti), lascerà, nell’arco di 1-2 ore, una ragnatela di moltissime scie. Lo stesso effetto potrebbe essere prodotto dall’affollamento domenicale di aerei nei cieli prossimi agli aeroclub che si divertono a disegnare in cielo le figure più strane.

Ma vi è anche un’altra modalità per la genesi delle scie di condensazione. Se l’atmosfera è oltremodo umida, allora l’aria che viene a contatto con il bordo d’attacco dell’ala si spezza lateralmente in due parti le quali, scorrendo poi lungo la superficie curva della fusoliera, sono costrette ad accelerare. Ma tale accelerazione provoca una rapida espansione dell’aria in movimento attorno all’aereo, con conseguente raffreddamento della medesima. Il rapido raffreddamento a sua volta fa condensare immediatamente la forte umidità sotto forma di una densa scia nuvolosa.

 

 

 

Una chicca

 

 

Lo sapete che quelle che spacciano per scie chimiche si possono creare anche artificialmente con pochi accorgimenti all'interno di una stanza? Basta conoscere la scienza elementare, cosa che i fuffari delle scie chimiche non sanno! Maggiori informazioni qui: http://io9.com/5892356/artist-suspends-real-clouds-in-the-middle-of-the-room

 

 

Perfino le turbine a vento sembrano prendersi gioco dei credenti nelle scie chimiche rilasciando delle lunghe scie di condensazione:

http://wiley-vch.e-bookshelf.de/products/reading-epub/product-id/629503/title/Wind%2BResource%2BAssessment.html

 

 

 

 

Segue pagina 4

 

 

CEIFAN
Centro di Indagine sui Fenomeni Anomali
diretto dal
Servizio Antibufala

http://ceifan.org